Magistrati e burocrati sono tutt’altro che eroi senza macchia

Da tempo, vado pensando che libri come la Casta, benché scritti bene da ottimi professionisti come Sergio Rizzo e Gianantonio Stella abbiano finito per peggiorare il paese. E dico questo senza farne colpa alcuna agli autori, i cui propositi erano senz’altro encomiabili e condivisibili. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Lascia un commento

Gli insulti beceri: se nano offende meno dell’orango

Fra le polemiche continue e sterili che agitano la politica italiana, ne segnalerei due: quella sul Vice-Presidente leghista del Senato Roberto Calderoli, che ha apostrofato il Ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge con l’appellativo di Orango, e quella sul Commissario dell’Ilva Enrico Bondi, che ha contestato la relazione sull’impatto dell’Ilva sull’aumento dei tumori nella zona di Taranto. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

Berlusconi a casa? Chiamategli un taxi

Da circa un paio d’anni Silvio Berlusconi ha imboccato la sua parabola discendente e l’inesorabilità del suo declino politico appare evidente. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

La Notte Rosa è come la cotoletta di Cevoli

Come ogni anno, al primo weekend di luglio, in Romagna si celebra la Notte Rosa, ossia il Capodanno dell’Estate. Cos’è la Notte Rosa? Al di là dei concerti che fanno da sfondo all’evento, la si potrebbe definire un nulla ammantato di rosa. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Perché l’Europa è destinata a non sopravvivere alle tentazioni stataliste dei suoi tecnocrati

Crescita. Questa è la parola d’ordine che campeggia da anni nel dibattito pubblico. Eppure, più se ne parla e meno si propongono soluzioni coerenti a riguardo. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Perché l’etica francescana premia il mercato

Per la prima volta nella storia della Chiesa, un Papa ha scelto come nome pontificale quello di Francesco, in onore del santo di Assisi che scelse di spogliarsi dei suoi beni per condurre un’esistenza votata alla povertà. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

La casta è ladra, ma i moralisti non sono meglio

Leonardo Sciascia coniò a suo tempo il termine “Antimafia di professione” per designare tutto quel mondo che, riempiendosi la bocca di chiacchiere sulla lotta alla mafia, si è costruita una carriera. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento