Movimento 5 Stelle, sinistra per la decrescita

Se la seconda repubblica ha riproposto lo schema della scissione di Livorno tra socialisti e comunisti, con Berlusconi, erede dei primi, e i post-comunisti eredi…di loro stessi, oggi abbiamo la terza sinistra, rappresentata dal Movimento 5 Stelle, che si ispira a Serge Latouche, il profeta della decrescita.

E cosa ancor più assurda, è che i profeti della decrescita hanno attirato gran parte del voto di quei giovani che si lamentano per mancanza di opportunità, dovuta appunto alla mancanza di crescita. Se i giovani di oggi si riconoscono nel Movimento 5 Stelle e nei suoi valori, c’è ben poco da stare allegri. Reddito di cittadinanza, chilometri zero e anticapitalismo in varie salse: l’antitesi della società aperta. Si pensi al reddito di cittadinanza, ossia un minimo garantito a tutti. Al di là dei problemi di copertura finanziaria, è un provvedimento che mira a proteggere, non a offrire opportunità, che premia la voglia di sicurezza, comprensibile in vecchi e bambini, non il rischio e l’intraprendenza, che si vorrebbero in giovani e adulti.

Riguardo ai chilometri zero, con quelli si fa poca strada. Del resto, gli amanti dell’ambientalismo bucolico le strade le detestano, ma quella dei chilometri zero e dell’ambientalismo bucolico è la medesima retorica comunitaria del piccolo mondo antico, delle sue certezze e delle sue sicurezze, della mancanza di imprevisti e di novità. Ciò che caratterizza le ideologie anticapitalistiche e ambientaliste è l’approccio infantile e “materno” alla discussione dei problemi, il fascino regressivo delle “immagini materne” (rappresentate da Madre Natura), che fa breccia in particolare nei bambini. Le “immagini materne” accennano alle fantasticherie di un ritorno all’età dell’oro e a una sorta di paradiso infantile di totale felicità riconducibile a quello della vita preconscia nel grembo materno, il che si traduce inconsciamente nel desiderio arcaico di una fusione con Madre Natura e nell’adesione a ideologie, come quelle ambientaliste, che ci riportano allo stadio primitivo dell’infanzia del mondo.

Non a caso, il pensiero del guru del Movimento 5 Stelle, Gianroberto Casaleggio, si fonda sulla profezia apocalittica secondo cui, in seguito a imminenti guerre ideologiche, razziali e religiose che porterebbero alla morte di 6 dei 7 miliardi di abitanti del mondo, il miliardo di sopravvissuti abolirà «i partiti, la politica, le ideologie e le religioni», sostituite da «Gaia», ossia la Terra come organismo vivente e unica divinità, nel cui nome un «nuovo governo mondiale» selezionato e organizzato tramite Internet governerà il mondo.

E Beppe Grillo è il profeta di questo delirio, mentre l’Italia dei bamboccioni è il terreno ideale per questa ideologia infantile. Un terreno ben coltivato da chi, battendosi contro ogni forma di concorrenza, ha finito per penalizzare proprio i giovani, che necessitano di mercati liberi da posizioni di rendita impossibili di scalzare e non di comodi alibi per giustificare le proprie mancanze.

 

(La Voce di Romagna, 5/3/2013)

Annunci
  1. #1 di nik il marzo 18, 2013 - 4:11 pm

    Concordo, la gente è alla ricerca del ventre materno in cui rifugiarsi. Però su sacche di “decrescita felice”, come dire, territori dedicati, mini repubbliche, io sarei d’accordo. Ci sono un bel po’di personaggi abbastanza inutili in giro: socialistoidi inveterati che vorranno sempre lo stato nanny, costi quel che costi, burocrati, viziati, irresponsabili, senza senso morale, ma anche fragili, incapaci di affrontare i cambiamenti, disorientati. Come farebbero ad inserirsi in un mondo dinamico (sperando che torneremo ad avere un mondo dinamico)?
    Secondo me, per loro, delle piccole “repubbliche” di decrescita (sai tipo Amish) sarebbero ottime. Non farebbero male a nessuno e vivrebbero contenti e sereni.
    E dagli altri paesi circostanti, la domenica, si porterebbero i bambini a vedere come si fa il pane nel forno a legna e come nascono le galline.
    p.s. Una mia lettrice oggi mi ha scritto abbastanza incazzata per un post in cui avviso che dopo Cipro, potrebbe toccare ad Italia e Spagna. Sai cosa mi diceva? Che a lei va bene essere derubata dallo stato. Indottrinati dalla nascita, non so se se ne può usire davvero…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: