Archivio per marzo 2013

Perché l’Europa è destinata a non sopravvivere alle tentazioni stataliste dei suoi tecnocrati

Crescita. Questa è la parola d’ordine che campeggia da anni nel dibattito pubblico. Eppure, più se ne parla e meno si propongono soluzioni coerenti a riguardo. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Perché l’etica francescana premia il mercato

Per la prima volta nella storia della Chiesa, un Papa ha scelto come nome pontificale quello di Francesco, in onore del santo di Assisi che scelse di spogliarsi dei suoi beni per condurre un’esistenza votata alla povertà. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

La casta è ladra, ma i moralisti non sono meglio

Leonardo Sciascia coniò a suo tempo il termine “Antimafia di professione” per designare tutto quel mondo che, riempiendosi la bocca di chiacchiere sulla lotta alla mafia, si è costruita una carriera. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Da Bersani a certe toghe, un’ Italia allo sbando

Le manfrine che in questi giorni stanno accompagnando la formazione del nuovo governo testimoniano lo sfascio di istituzioni da tempo non più adatte per governare il paese. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Movimento 5 Stelle, sinistra per la decrescita

Se la seconda repubblica ha riproposto lo schema della scissione di Livorno tra socialisti e comunisti, con Berlusconi, erede dei primi, e i post-comunisti eredi…di loro stessi, oggi abbiamo la terza sinistra, rappresentata dal Movimento 5 Stelle, che si ispira a Serge Latouche, il profeta della decrescita. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento