Archivio per novembre 2012

Se i contribuenti italiani devono rimpiangere il Re Sole

Sabato scorso, nel corso della tappa bolognese del suo tour di presentazione di Fermare il Declino, ha ricordato come persino ai tempi del Re Sole, il contribuente che si ritenesse vessato dall’impresa (privata) appaltatrice della riscossione delle imposte poteva adire a un giudice terzo svincolato dallo Stato e dall’Equitalia dell’epoca. E se otteneva ragione (e spesso accadeva), veniva risarcito per una cifra tre volte superiore a quella contestata. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

3 commenti

Femminicidio: la tutela giuridica dell’altra metà del cielo

Femminicidio. In tema di neologismi in Italia non ci facciamo mancare nulla. Femminicidio, ossia l’omicidio di una persona di sesso femminile, è il reato che le Onorevoli Giulia Bongiorno e Mara Carfagna vorrebbero far introdurre nel nostro Codice Penale, punendolo con l’ergastolo. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

Amato e i nostri risparmi e le manifestazioni da condannare

In questi giorni, due avvenimenti meritano di essere commentati, perché più collegati di quanto si pensi: Il primo, sono le manifestazioni che hanno avuto luogo un po’ in tutta Europa contro la politica di austerity dei governi, il secondo è un’intervista a Giuliano Amato concessa a Sette, settimanale allegato al Corriere della Sera. Leggi il seguito di questo post »

5 commenti

L’Europa della pattumiera: un carrozzone burocratico

Sabato scorso, con un articolo di Franco Bechis, Libero ha dato notizia di un rapporto di Citigroup, un colosso della finanza americana. Rapporto dal quale emergono alcuni desiderata del mondo finanziario internazionale, che contemplerebbero l’innalzamento della soglia del premio di maggioranza nell’attuale legge elettorale, in modo che non ci sia alcuna maggioranza politica e che si debba ricorrere nuovamente a una grande coalizione. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Elezioni Usa: non ha vinto Obama, hanno perso Romney e i Repubblicani

Barack Obama ha vinto, come da pronostico della vigilia, e sarà il Presidente degli Stati Uniti per i prossimi quattro anni. Personalmente, considero una iattura la riconferma alla Casa Bianca di un presidente interventista in economia e privo di una visione in politica estera. Leggi il seguito di questo post »

3 commenti

Anche Di Pietro è caduto su una casa

E ora, è il turno di Antonio Di Pietro. Come l’ex-Ministro Claudio Scajola e Gianfranco Fini, anche lui è scivolato sulla casa. Il suo partito, l’Italia de Valori, è in grande fibrillazione e rischia seriamente di andare in pezzi. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento