Archivio per ottobre 2012

Se ti metti contro un certo mondo, arriva la condanna

Finalmente, nella serata di giovedì Silvio Berlusconi dichiarava che non si sarebbe candidato a Presidente del Consiglio e che avrebbe fatto da balia alle nuove leve del Pdl. Insomma, un modo sobrio e sensato per uscire di scena e prendere atto che la sua stagione volge al termine. Leggi il seguito di questo post »

2 commenti

Sentenze discutibili: i guai combinati dalla giustizia che si sostituisce la politica

Adesso che Silvio Berlusconi ha deciso di non candidarsi a premier, comprendendo finalmente che il suo ciclo è terminato, si può tranquillamente parlare male dei magistrati italiani senza essere accusati di berlusconismo militante. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Basta dare colpe a Frau Merkel: mettiamoci in testa che la sovranità è perduta

E ci risiamo. Sui quotidiani di centrodestra, periodicamente, si rinfocola la polemica anti-Merkel. Il motivo è sempre quello: Frau Merkel, appoggiando la richiesta del suo Ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble, chiede di nominare un superministro UE per l’euro con potere di veto sui bilanci dei paesi con difficoltà finanziarie. Leggi il seguito di questo post »

2 commenti

Il ridicolo premio Nobel dato alla nuova Unione Sovietica

Caccia a Ottobre Rosso è forse il film che meglio simboleggia il tramonto dell’impero sovietico. Quando lo vidi per la prima volta nel lontano 1991, nel pieno del crollo dell’impero sovietico, ricordo l’entusiasmo e la gioia che provavo nel veder celebrata la fine di quella perversione mentale che è stata ed è tutt’ora il comunismo. Leggi il seguito di questo post »

8 commenti

Si è confuso il federalismo con lo spreco di denaro

Lo scandalo Lazio, con la sua squallida cornice di festini e di personaggi di cattivo gusto, sembra finalmente aver creato i presupposti per una riflessione sui costi di funzionamento delle regioni. Da qui il disegno di legge (Ddl) del Governo Monti volto a modificare la riforma del Titolo V della Costituzione, e la presa d’atto del fallimento dell’esperimento federalista. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

La politica del divide et impera: lo scontro tra i parassiti e chi produce

Vita durissima per i commercianti bolognesi del centro. Se i T-Days, con la chiusura al traffico della T (Via Rizzoli-Via UgoBassi, in orizzontale e Via Indipendenza in verticale), hanno provocato un drastico calo negli incassi tra il 30 e il 50%, nel pomeriggio di sabato 29 settembre il Comune di Bologna ha visto bene di inviare una squadra di vigili a notificare infrazioni e multe a tappeto di centinaia di €. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

Il caso Sallusti ha radici lontane: il corto circuito tra politici, magistratura e giornalisti

Il caso Sallusti è una di quelle vicende che nascono male, e finiscono peggio. Dal duo Alessandro Sallusti-Renato Farina in arte Dreyfus (autore dell’articolo incriminato), ai magistrati che hanno emesso le sentenze, passando per la nostra classe politica, il nostro sistema giudiziario e il querelante, nessuno ne esce bene. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento