Archivio per luglio 2011

Anders Breivik è il tipico ecologista conservatore

Chi è Anders Breivik? Cosa pensa, quali sono le sue idee? Si è definito fondamentalista cristiano, ma al di là di un forte anti-islamismo e di una sorprendente (dato il tipo) indifferenza nei confronti del pregiudizio anti-ebraico, mi sembra il classico estremista di destra. Comunitario, ecologista, fautore della società chiusa e idee poco chiare in fatto di religione, usata più che altro per giustificare i suoi deliri ideologici. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

1 Commento

Attentati in Norvegia: il dramma di chi credeva di aver creato il paradiso in terra

La carneficina di Oslo è paragonabile a un dramma in due tempi, con la prima parte relativa alla tragedia in sé, con tutto il carico di morte che si è portata appresso, e la seconda che ci ha visto andare a dormire con la probabilità che l’attentato avesse una matrice islamica e ci ha svegliato con la certezza che era stato compiuto da un biondo norvegese trentaduenne incensurato. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

L’Italia ha una sola strada: riforme per abbattere la spesa pubblica

Preso atto delle condizioni di insolvenza della Grecia si è compreso che l’unica possibilità per rammendare un po’ la situazione era un default selettivo della Grecia, dando al Fesf (Fondo europeo di stabilità) il compito di acquistare sul mercato secondario bond dei paesi in difficoltà, così da alleviare l’onere della Bce. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Il fumo negli occhi dei mercati (di Roberto Perotti & Luigi Zingales)

Per la crisi dell’area euro, i politici italiani ed europei (e parecchi economisti) accusano i mercati e la testardaggine di Angela Merkel. Accusano i mercati di aver ignorato a lungo il rischio di default, e ora magari di alimentarlo ad arte per pura speculazione. Accusano la Merkel di non essere intervenuta subito a salvare la Grecia e di continuare a opporsi a un aiuto all’Europa. Si illudono che se la Grecia fosse stata aiutata subito, oggi saremmo in una situazione diversa. In realtà è vero l’opposto. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

I privilegi di cui la casta non si libera

In un momento in cui la speculazione si accanisce sull’Italia e si chiedono sacrifici agli italiani, la casta fa di tutto per mantenere i suoi tanti, troppi privilegi. E riuscendoci, a dimostrazione che quando vuole sa essere efficace ed efficiente. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Attacco all’Italia e all’Euro: la colpa non è degli speculatori, ma di politici e banche centrali

Che fosse solo questione di tempo, ormai era chiaro. Anche l’Italia è finita sotto i colpi della speculazione. Inevitabile, date le condizioni del debito pubblico del Bel Paese, tanto più dopo i segnali di discordia sulla manovra correttiva dei conti pubblici registratasi all’interno della maggioranza. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Tremonti ci ha rifilato una patrimoniale nascosta

Come da tempo vado dicendo, il periodo che va dalla sconfitta elettorale alle amministrative fino al termine della legislatura sarà un calvario continuo per la maggioranza di centrodestra, il suo governo e il suo capo, nonché Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento