Archivio per febbraio 2010

Genitori, figli e corrotti: è una questione di Stato

In questi giorni sta facendo molto discutere il film Genitori e Figli di Giovanni Veronesi: solita pellicola di sinistra contro la famiglia o specchio della realtà italiana? I dibattiti televisivi sul tema non sono mancati, le cose dette sono più o meno giuste, ma io vorrei soffermarmi su alcuni aspetti legati alle dinamiche socio-economiche della nostra società, che vanno a impattare su istituzioni basilari, come appunto la famiglia. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

Il “questa è la politica perché questi sono gli italiani” non diventi un alibi

Le indagini di questi giorni riguardanti la gestione degli appalti legati ala protezione civile hanno fatto emergere un quadro desolante di corruzione e malaffare. In pochi si sono sorpresi, dato che il funzionamento del nostro apparato statale è sotto gli occhi di tutti. Sul Corriere della Sera del 17 febbraio, Ernesto Galli della Loggia ha cercato di evidenziare gli aspetti di un malcostume culturale e sociale in cui la corruzione politica si radica. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Via la cupola, ma fate lavorare Bertolaso

Mi è capitato diverse volte di parlare con deputati e senatori di ogni colore. E ogni volta che ho sostenuto le mie tesi sui mali che affliggono il nostro paese mi sono sentito sempre rispondere che sì, avevo ragione, e che bisognerebbe cambiare questo e quello, ma…come si fa? Più che a dei malfattori, mi è sempre sembrato di trovarmi di fronte a persone del tutto sfiduciate in merito alla possibilità di riformare lo Stato, e perciò rassegnate e impotenti alla stregua di ogni comune cittadino. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Il politicamente corretto che vuole decidere tutto per noi

Sabato 6 febbraio tutti i quotidiani hanno riportato l’allarme lanciato dalla Onlus Save the Children, da una cui ricerca emerge che il 53% dei genitori italiani ricorre a punizioni fisiche in situazioni limite, percentuale che sale al 63% nel caso di bambini piccoli, mentre scende al 40% in quello degli adolescenti. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Noi meglio di altri, ma serve un nuovo patto

L’attuale Settimana turbolenta in borsa, come non si vedeva da diversi mesi. I forti ribassi ci dicono che la crisi è ancora lontana dall’esaurirsi. Giustamente, Nicola Porro, sul Giornale di venerdì 5 febbraio, ha ricordato che ogni crisi finanziaria nasce dalla circostanza che qualcuno ha fatto troppi debiti e che qualcuno glielo ha permesso. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Ma i bamboccioni sono figli dei baby pensionati

Bamboccioni brava gente? A rigor di logica no. Ma c’è chi è ancor meno bravo di loro. No, non i genitori che li hanno viziati, ma uno Stato, quello italiano, che nel corso della Prima Repubblica ha dato vita a un Welfare State squilibrato e iniquo, attento soltanto agli interessi elettorali di breve periodo e non alle esigenze di una moderna nazione industriale. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

Cari politici, mettetevi a fare gli imprenditori (se ci riuscite)

L’attuale classe di governo non perde occasione per mostrare la propria ignoranza e la propria arretratezza. Qui si legifera e si proibisce con la leggerezza tipica degli incompetenti, come nel caso del tetto agli stipendi dei manager delle società quotate, o come in quello della reazione isterica alla sentenza del Consiglio di Stato che ha autorizzato l’associazione agricola Futuragra a seminare i propri terreni a transgenico. Reazione cha ha visto il Ministro dell’Agricoltura Luca Zaia in prima fila, seguito da politici e associazioni di destra e di sinistra, perché in Italia di bipartisan sembrano esserci solo l’ignoranza e la dabbenaggine. Leggi il seguito di questo post »

3 commenti