Archivio per aprile 2009

L’ipocrisia dei catastrofisti di professione

Tanto gli italiani si bevono di tutto, avrà pensato il principe Carlo d’Inghilterra in visita in Italia. Forse per questo ci ha ammonito sui pericoli che sta correndo il mondo per colpa dell’industrializzazione selvaggia. Ci resterebbero 99 mesi di tempo prima di raggiungere il “punto di non ritorno”. Bene, allora il buon Dio ci deve aver concesso una proroga, perché il 17 maggio del 2008, sempre lo stesso Carlo, aveva detto che avevamo soltanto 18 mesi per fermare il disastro provocato dai cambiamenti climatici. Leggi il seguito di questo post »

3 commenti

Denaro creato dal nulla: risposta al lettore

“Negli ultimi tempi non riesco più a capire se sogno o son desto. Per secoli abbiamo permesso alle banche di creare denaro dal nulla, di prestarci soldi virtuali che non hanno in deposito, finché ci siamo accorti che l’intero sistema, a furia di mascalzonate, è andato (finalmente) in rovina. A questo punto, chi è che corre in soccorso dei mascalzoni rimasti in mutande? Lo Stato, cioè noi, coi nostri soldi. La domanda è: come siamo arrivati fin qui? Qualcuno vuole spiegarmelo, gentilmente? I casi sono due: o i banchieri sono una manica di geni, oppure tutti gli altri sono (siamo) un branco di stupidi. Per uscire dal brutto sogno bisogna che i geni si instupidiscano e/o gli stupidi s’ingegnino, perché così non può continuare, adesso basta, davvero.

 

Simone Zauli – Faenza Leggi il seguito di questo post »

2 commenti

Se sei nero ti tirano le pietre. Se sei rosso, tutto ok!

In Italia, patria del politically correct antifascista, il pregiudizio è da condannare a seconda del colore. Se è nero (cori razzisti), apriti cielo, se è rosso (sequestro dei manager), allora è giustificato, se non applaudito. Leggi il seguito di questo post »

2 commenti

L’Italia giacobina impedisce ogni riforma costituente

Nell’articolo di martedì 14 aprile Sergio Romano ha evidenziato come il quadro politico sempre più bipartitico e stabile, a lungo invocato e del quale dovremmo essere soddisfatti, stia invece esacerbando l’animo degli italiani scatenando “una sorta di guerra civile fredda tra campi contrapposti”. Pur riconoscendo qualche eccesso d’astio nelle posizioni del centrosinistra, Romano ha invitato Berlusconi a farsi carico degli oneri del dialogo, in quanto toccherebbe a lui “rompere il ghiaccio e passare, d’accordo con il centrosinistra, alla fase costituente”, anche in forza della larga maggioranza di cui dispone. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Questo strano paese cinico e generoso

Eventi come il terremoto di lunedì mattina lasciano letteralmente senza fiato. Forse è per questo che anche un paese atavicamente litigioso e dalla chiacchiera facile come l’Italia sembra aver abbandonato, almeno per qualche giorno, tutte le polemiche che lo pervadono. Qualcuno ha provato a innescare la rissa sulla prevedibilità o meno dei terremoti, ma senza successo, qualcun altro ha provato a invocare le dimissioni del responsabile della protezione civile Bertolaso, ma tutto si è risolto in un belato d’Agnoletto. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Ecco il pataca di turno

Nei momenti più difficili della nostra vita, individuale e collettiva, molto spesso sembrano cattive anche le cose che in periodi più fortunati sembrano buone. Basti pensare alla globalizzazione e al libero commercio internazionale, che ha consentito alle persone di viaggiare all’estero e alle merci estere di arrivare nei nostri negozi. Ebbene, nei momenti di euforia e ottimismo tutto questo rappresenta un’opportunità, nei momenti di crisi ci appare una minaccia alla nostra sicurezza e alle nostre certezze. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

G 20: i rimedi sono peggio della crisi

Com’era prevedibile, il G 20 si è concluso con il proposito di rimettere in moto a qualsiasi costo l’economia. Non importa come, ma l’economia deve ripartire, se poi tutto ciò avviene perpetrando gli errori che hanno portato a questa crisi, pazienza, l’importante è che la giostra torni a girare. Venghino signori venghino! Per ogni giro, altri dieci in omaggio, per ogni dollaro (o euro) risparmiato, altri dieci stampati! Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento