Archivio per ottobre 2007

Ma è l’ignoranza il nemico da combattere

Un tempo esisteva un comico di nome Beppe Grillo. A me faceva ridere e, se devo essere sincero, un po’ mi manca. Quel censore che porta il suo nome, oltre che dire ovvietà contro la casta politica, spara cretinate sulla legge Biagi e sul precariato, come un sinistrorso becero qualsiasi. Sì, insomma, alla fine della fiera, un comico in meno e un censore rosso in più. A conti fatti, una perdita secca per tutti. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento

Quelle multe inflitte da una politca ostile

Fra totocrisi e mutui sempre più sofferenti, un argomento che è stato trattato dai media con un po’ troppa leggerezza è quello delle multe. L’ironia con cui è stato presentata la vicenda relativa al semaforo di Segrate è a mio avviso del tutto fuori luogo, perché un evento come questo denota come pochi altri, non tanto la distanza, quanto il forte conflitto che esiste tra cittadini ed amministrazione, sia essa statale o locale. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Nobel per la pace, una pagliacciata da abolire

Il premio Nobel per la pace è un po’ come l’università in Italia: andrebbe abolito. E come l’italica università, il Nobel per la pace ha subito evidenti degenerazioni dalla fine degli anni Sessanta in poi. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Se sono di sinistra, anche le tasse sono belle

Saran belli gli occhi neri, saran belli gli occhi blu. Ma le tasse… Forse, Padoa Schioppa dovrebbe chiedersi come mai le tasse in realtà si chiamano imposte. Se la lingua italiana non è un’opinione, le parole imposizione e imposta fanno riferimento a un comportamento a cui siamo costretti, sebbene non ci piaccia, e ciò che non piace è brutto per definizione. Insomma, le cose belle non hanno bisogno di essere imposte, e se qualcuno ha il tempo e la voglia di spiegarlo a Padoa Schioppa di prodighi nell’impresa. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Bamboccioni spolpati per le pensioni baby dei padri

Non passa giorno che questa maggioranza non combini qualcosa che faccia imbestialire gli italiani. Eppure, a ben vedere, sono soltanto due le cose che agli italiani non piacciono di questo centrosinistra: tutto quello che dice e tutto quello che fa. E l’ultima uscita del Ministro dell’economia Padoa Schioppa sui bamboccioni ne è una conferma. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Una società senza più freni inibitori

L’omicidio della ventiduenne Sara Wasington, consumatosi a Torino la notte di giovedì scorso per mano di un pretendente respinto, è soltanto l’ultimo di una lunga catena di delitti passionali in continuo e preoccupante aumento. Le immagini del padre disperato sembrano sempre più cadere nell’indifferenza. Quell’indifferenza ormai data dall’abitudine a sentirci raccontare ogni giorno fatti del genere. Leggi il seguito di questo post »

1 Commento