Archivio per febbraio 2007

Un regime in putrefazione che non salva nemmeno le forme

Nell’articolo pubblicato venerdì scorso, avevo auspicato un governo di larghe intese come possibile soluzione all’attuale impasse politico-istituzionale, con la consapevolezza, però, che sarei rimasto deluso, vuoi per l’incapacità di elaborazione politica dell’attuale classe dirigente, di governo e di opposizione, vuoi per l’attaccamento al potere dell’attuale maggioranza e dei poteri forti che la sostengono. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Regime allo sbando

La caduta del governo Prodi ha colto tutti di sorpresa. La crisi si annuncia al buio e il Presidente Napolitano parla di “situazione complessa”. La soluzione migliore, a mio modesto parere, sarebbe un governo di larghe intese, altrimenti si torni alle urne. Un Prodi bis o un travaso dell’UDC nell’attuale maggioranza sarebbero autentiche porcherie. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

La fiaba della gazzella e del bradipo

Lenti o veloci, questo è il problema! A questo mondo esistono autentici bradipi dal volto (e dall’aspetto) umano e iperattivi che se, invece che a 200 all’ora dovessero andare solo a 150, andrebbero giù di testa perché il loro ritmo gli impone un’esistenza frenetica. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

La misera politica di un piccolo paese

La marcia anti-americana di Vicenza si è conclusa senza incidenti e i proclami dei giorni scorsi del leader dei disobbedienti Luca Casarini (a Vicenza dovrà cadere il Governo Prodi), invece che nella violenza, sono affogati nel ridicolo. Meglio per tutti, in particolare per il governo, sulla cui tenuta un’eventuale vittima avrebbe avuto conseguenze assai pesanti.  Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Presentazione dell’Index of Economic Freedom

Nella splendida cornice della Sala dei Carracci, sede dell’UniCredit Banca a Bologna, si è tenuta, venerdì 16 febbraio, la presentazione dell’Index of Economic Freedom 2007, redatto ogni anno dal Heritage Foundation di Washington, uno dei più autorevoli think tank mondiali di ispirazione liberista. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

I rivoluzionari del posto fisso

L’arresto di 15 persone con l’accusa di terrorismo ha riportato alla ribalta l’incubo brigatista. Per fortuna, le persone arrestate non hanno avuto il tempo di mettere in atto i loro propositi, ma il fatto resta e le preoccupazioni pure. E quando si parla di brigate rosse, i raffronti con gli anni di piombo sono d’obbligo. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Foibe, quell’omertà che non fa scandalo

Ogni volta che si parla di mafia uno degli argomenti più ricorrenti è quello dell’omertà, indicato sovente come tratto caratteristico dei siciliani. Analizzando bene il fenomeno si è scoperto che l’omertà siciliana non è dovuta soltanto a timori di vendette verso la propria persona o i propri cari, ma anche a una forma di autodifesa, tipica di una certa tipologia di società: la società chiusa. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento