Scuola: il mantra dell’investimento non sana le sue ataviche carenze

Giornate di giubilo sono quelle seguite all’aumento degli stanziamenti dello Stato italiano in favore dell’istruzione pubblica. Finalmente, lo Stato investe nell’istruzione dopo anni di tagli! Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

La questione morale e le “scimmie assassine”: l’arbitraria divisione tra onesti e disonesti

Congo, film tratto dall’omonimo romanzo di Michael Crichton, racconta di una spedizione americana che si reca in Congo alla ricerca di una città perduta piena di diamanti, a guardia dei quali vennero messe delle scimmie addestrate e rese aggressive contro chiunque si avvicinasse alle miniere. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Identità di genere: Cècile Kyenge è la signora in rosso

Il Ministro dell’integrazione Cècile Kyenge una ne fa e cento ne pensa. Certo, se fosse il contrario sarebbe anche peggio, poiché davvero le sue uscite sono una peggio dell’altra e, a quanto pare, persino a sinistra qualcuno comincia a mal sopportare le sue sparate. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Anime belle? Miopi e stupide

La crisi siriana è soltanto l’ennesimo e forse più cruento conflitto del ginepraio mediorientale. Un ginepraio inestricabile formato da un coacervo di guerre civili davanti alle quali l’Occidente e il resto del mondo stanno assistendo impotenti. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Perché la politica italiana non è più governata da “anime elette”

La nostra Costituzione, la più bella del mondo, recita che la sovranità risiede nel Parlamento, nel quale siedono gli eletti dal popolo. Governo e Presidente del Consiglio devono avere la fiducia del Parlamento, che in seduta comune elegge anche il Presidente della Repubblica, seppure con l’aggiunta di tre delegati per ogni Regione (uno solo la Valle d’Aosta). Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Nostalgia canaglia

Da un sondaggio dell’Espresso emerge che un elettore su due del Pd ha nostalgia del Pci, e se si va a sondare anche il popolo di Sel e del Movimento 5 Stelle i nostalgici aumenterebbero. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Berlusconi condannato: la vittoria del regime

Con tutti i suoi difetti, Silvio Berlusconi ha rappresentato l’unico elemento vitale della politica italiana degli ultimi 40 anni. Purtroppo, gli zombie, i morti viventi dello stato italiano (politici di professione, magistrati, burocrati,ecc.) l’hanno dapprima addentato, facendolo diventare uno di loro giorno dopo giorno, e con la sentenza di giovedì hanno cominciato a divorarselo, perché conservava ancora, nonostante tutto, un filo di vitalità che lo rendeva diverso da loro. Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento